17 Ottobre 2021

Rossano Brazzi – Biografia

Data e luogo di nascita: 18 Settembre 1916, Bologna.
Affermatosi in teatro a partire dal 1939, divenne negli anni del dopoguerra uno dei più il volto del cinema italiano più conosciuto nelle star system.


Lavorò moltissimo a Hollywood nella seconda metà degli anni Cinquanta interpretando pellicole importanti come Tre soldi nella fontana (1954) di Jean Negulesco; La contessa scalza di Joseph Mankiewicz; South Pacific ( 1958) di Joshua Logan.


Più interessante fu però Tempo d’estate (1955) di David Lean, dove, sullo sfondo di Venezia, Brazzi si confronta alla pari con Katharine Hepburn.
Attore internazionale, ha proseguito la carriera senza mai partecipare a film di vero spicco.

FILMOGRAFIA

– Il destino in tasca, regia di Gennaro Righelli (1938)
– Piccolo hotel, regia di Piero Ballerini (1939)
– Processo e morte di Socrate, regia di Corrado D’Errico (1939)
– Il ponte di vetro, regia di Goffredo Alessandrini (1940)
– Kean, regia di Guido Brignone (1940)
– Ritorno, regia di Géza von Bolváry (1940)
– Tosca, regia di Carl Koch e Jean Renoir (1941)
– Il bravo di Venezia, regia di Carlo Campogalliani (1941)
– Il re si diverte, regia di Mario Bonnard (1941)
– La forza bruta, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1941)
– È caduta una donna, regia di Alfredo Guarini (1941)
– La Gorgona, regia di Guido Brignone (1942)
– Una signora dell’Ovest, regia di Carl Koch (1942)
– I due Foscari, regia di Enrico Fulchignoni (1942)
– Noi vivi, regia di Goffredo Alessandrini (1942)
– Addio Kira!, regia di Goffredo Alessandrini (1942)
– Con Alida Valli in Noi vivi di Goffredo Alessandrini (1942)
– Piazza San Sepolcro, regia di Giovacchino Forzano (1942)
– Il paese senza pace, regia di Leo Menardi (1943)
– Silenzio, si gira!, regia di Carlo Campogalliani (1943)
– Maria Malibran, regia di Guido Brignone (1943)
– Il treno crociato, regia di Carlo Campogalliani (1943)
– La casa senza tempo, regia di Andrea Del Sabbia (1943)
– I dieci comandamenti, regia di Giorgio Walter Chili (1945)
– La resa di Titì, regia di Giorgio Bianchi (1945)
– Aquila nera, regia di Riccardo Freda (1946)
– La grande aurora, regia di Giuseppe Maria Scotese (1946)
– Malìa, regia di Giuseppe Amato (1946)
– Il passatore, regia di Duilio Coletti (1947)
– Il diavolo bianco, regia di Nunzio Malasomma (1947)
– Furia, regia di Goffredo Alessandrini (1947)
– Eleonora Duse, regia di Filippo Walter Ratti (1947)
– Piccole donne (Little Women), regia di Mervyn LeRoy (1949)
– Gli inesorabili, regia di Camillo Mastrocinque (1950)
– Romanzo d’amore, regia di Duilio Coletti (1950)
– La vendetta di Aquila Nera, regia di Riccardo Freda (1951)
– Vulcano,regia di W.Dieterle (1950)
– La corona nera (La corona negra), regia di Luis Saslavsky (1951)
– Incantesimo tragico (Oliva) di Mario Sequi (1951)
– La prigioniera della torre di fuoco, regia di Giorgio Walter Chili (1952)
– Il boia di Lilla, regia di Vittorio Cottafavi (1952)
– L’ingiusta condanna di Giuseppe Masini (1952)
– La contessa scalza (The Barefoot Contessa), regia di Joseph L. Mankiewicz (1954)
– Tre soldi nella fontana (Three Coins in the Fountain), regia di Jean Negulesco (1954)
– Tempo d’estate (Summertime), regia di David Lean (1955)
– Gli ultimi cinque minuti, regia di Giuseppe Amato (1955)
– Amami, … e non giocare (Loser Takes All), regia di Ken Annakin (1956)
– Timbuctù (Legend of the Lost), regia di Henry Hathaway (1957)
– Interludio (Interlude), regia di Douglas Sirk (1957)
– La storia di Ester Costello (The Story of Esther Costello), regia di David Miller (1957)
– Un certo sorriso (A Certain Smile), regia di Jean Negulesco (1958)
– South Pacific, regia di Joshua Logan (1958)
– Il marito latino (Count Your Blessings), regia di Jean Negulesco (1959)
– L’assedio di Siracusa, regia di Pietro Francisci (1960)
– La battaglia di Austerlitz (Austerlitz), regia di Abel Gance (1960)
– Gli amanti devono imparare (Rome Adventure), regia di Delmer Daves (1962)
– La rossa (Die Rote), regia di Helmut Käutner (1962)
– Le quattro verità, regia di Alessandro Blasetti (1963)
– La ragazza in prestito, regia di Alfredo Giannetti (1964)
– Accadde un’estate (The Battle of the Villa Fiorita), regia di Delmer Daves (1965)
– Melissa, sceneggiato televisivo, regia di Daniele D’Anza (1966)
– Il Natale che quasi non fu, regia di Rossano Brazzi (1966)
– Il magnifico Bobo (The Bobo), regia di Robert Parrish (1967)
– Sette volte donna, regia di Vittorio De Sica (1967)
– Sette uomini e un cervello, regia di Rossano Brazzi (1968)
– Un colpo all’italiana (The Italian Job), regia di Peter Collinson (1969)
– Krakatoa, est di Giava (Krakatoa, East of Java), regia di Bernard L. Kowalski (1969)
– Salvare la faccia, regia di Rossano Brazzi (1969)
– L’ultimo avventuriero, regia di Lewis Gilbert (1969)
– Reporter alla ribalta (The Name of the Game) (1970) – serie tv
– Coralba (1970) – miniserie tv
– Racconti proibiti… di niente vestiti, regia di Brunello Rondi (1972)
– Il cav. Costante Nicosia demoniaco ovvero: Dracula in Brianza, regia di Lucio Fulci (1975)
– Il tempo degli assassini, regia di Marcello Andrei (1975)
– Hawaii Five-O, Ep. 2 10 Stagione, Serie TV (1977)
– Io e Caterina, regia di Alberto Sordi (1980)
– Conflitto finale (The Final Conflict), regia di Graham Baker (1981)
– Anche i ladri hanno un santo, regia di Giampiero Tartagni (1981)
– Il paramedico, regia di Sergio Nasca (1982)
– La vocazione di Suor Teresa (La voce), regia di Brunello Rondi (1982)
– Paura su Manhattan (Fear City), regia di Abel Ferrara (1984)
– 7, Hyden Park – La casa maledetta, regia di Martin Herbert (1985)
– Final Justice, regia di Greydon Clark (1985)
– Russicum – I giorni del diavolo, regia di Pasquale Squitieri (1988)
– Fatal Frames – Fotogrammi mortali, regia di Al Festa (1996)

www.mymovies.it

123