11 Maggio 2021

Regina Bianchi – Biografia

Regina Bianchi, uno dei nomi più prestigiosi del nostro teatro, nasce a Lecce, figlia d’arte di genitori d’origine francese.
Compare in palcoscenico a soli otto giorni ed in teatro cresce e si forma. A 16 anni entra come attrice giovane nella compagnia di Raffaele Viviani, suo autentico maestro, dal quale apprende lacreatività e la magia dell’interpretazione.
Nel 1940 sostituisce Titina nella compagnia di Eduardo e Peppino De Filippo, e, con i De Filippo, resta per molti anni, creando un sodalizio che la porta all’indimenticabile interpretazione di “FILUMENA MARTURANO” nella famosissima commedia omonima.
Si assenta dal teatro dopo l’incontro con un grande regista di cinema: Goffredo Alessandrini, che la dirige nel film “IL PONTE DI VETRO” e ne resta talmente affascinato da volerla accanto a sé nella vita.

Dopo la nascita di due fìglie, che con Alessandrini riempiono il suo privato, nel 1959 ritorna al teatro con Eduardo.
Con lui interpreta tutti i personaggi ispirati e vincolati all’arte straordinariamente duttile di Titina, oramai ritiratasi: la Teresadi “DITEGLI SEMPRE SI'”, l’Amalia di “NAPOLI MILIONARIA”, l’Armida di “QUESTI FANTASMI”, la troviamo in “SABATO,DOMENICA E LUNEDÌ”, ne “IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ”,  nei teatri e cicli televisivi destinati al celebre artista napoletano.

Segue Eduardo nelle fortunate tournée all’estero, ed in particolare a Mosca ricevono un’accoglienza calorosissima.
L’istintiva versatilità nel contrassegnare e caratterizzare ipersonaggi, il gusto scioltamente moderno e quel sicuro passare dalla dolcezza alla drammaticità, dalla comicità esplicita alla ironia più sottile, sono proprie di Regina Bianchi, che passa dal teatro al cinema, alla televisione con altrettanta disinvoltura ed intensa attività. La ricordiamo in TV come Letizia Bonaparte ne “I GRANDI CAMALEONTI” di F. Zardi.

Nel cinema il ruolo della popolana in  “LE QUATTRO GIORNATE DI NAPOLI” di Nanni Loy,  le ha valso un “Nastro d’Argento”, ed ancora in “I GIORNI CONTATI” di Elio Petri, “UNGIORNO DA LEONI” di Nanni Loy, “UNA STORIA MILANESE” di Eriprando Visconti,”IL GIUDIZIO UNIVERSALE” di Vittorio De Sica, “GESÙ DI NAZARETH” di Franco Zeffirelli,”KAOS” dei fratelli Taviani, “UN BAMBINO IN FUGA” di Mario Caiano, “STANGATA NAPOLETANA” di Vittorio Caprioli, e, passando ai più recenti “L’ORSO DI PELUCHE” con Alain Delon, diretto da Jacques Deray,  “IL GIUDICE RAGAZZINO” di Alessandro di Robilant (per questo film è stata candidata al Davide di Donatello 1994), “CAMERIERI” di Leone Pompucci ed “IL GRANDE FUOCO” di Fabrizio Costa.

Nelle ultime stagioni teatrali l’abbiamo vista in:
“LIOLA”‘ regia di Luigi Squarzina,
“MARIA DELL’ANGELO” regia di Ugo Gregoretti (Taormina Arte),
“ORCINUS ORCA” regia di Roberto Guicciardini (Taormina Arte),
“ASSUNTA SPINA” regia di Lorenzo Salveti,
“IL CAPANNO DEGLI ATTREZZI” regia di Sandro Bolchi,
“NOZZE DI SANGUE” regia di Mariano Rigillo,
“ZINGARI” regia di Mariano Rigillo,
“PESCATORI” regia di Mariano Rigillo,
“SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE” regia di Franco Zeffìrelli,
“ARSENICO E VECCHI MERLETTI” regia di Mario Monicelli, ecc.

1995: Gira in Francia per la Hamster Productions di Parigi  “LES ALLUMETTES SUEDOISES” (Fiammiferi svedesi) con la regia di Jacques Artaud; per la Titanus, una partecipazione in “PADRE PAPA'”, sceneggiato diretto da Sergio Martino.
1996: Per “Palcoscenico” su RAI 2, è protagonista assieme a Massimo Ranieri di “LIOLA”‘, Regia di Maurizio Scaparro.
1996/7 interpreta a teatro: “IL CILINDRO” di E. De Filippo, con Antonio Casagrande,  “CANTATA PER LA FESTA DEI BAMBINI MORTI DI MAFIA”, testo di Luciano Violante, regia di Geppy Gleijeses.

Per la Televisione gira:

“VITE BLINDATE”, regia di Alessandro Di Robilant;
“IL MANOSCRITTO DI VAN HECREN” regia di Nicola De Rinaldo.
1998/9 interpreta a teatro “IL FIGLIO DI PULCINELLA” di Eduardo De Filippo, regia di e con Geppy Gleijeses.

Cinema:

2000 “Adesso sesso” regia di Carlo Vanzina;  “Come le onde del mare” regia di Nello Correale;
2001 “Il mare non c’è paragone” regia di Edoardo tartaglia.

Televisione:

2000 “Il terzo segreto di Fatima” regia di Peyretti, RAI;
2002 “Elisa di Vallombrosa” regia di Cinzia Th Torrini.

Premi:

1996 Riceve in Marzo il “Nastro d’Argento” per il film “CAMERIERI” diretto da Leone Pompucci;
2000 Riceve in Novembre, al Teatro Mercadante di Napoli, il “Premio NAPOLI”.

 

www.cpds.it

123