cheap fake rolex submariner at the pursuit of a perfect loveliness in the process the very best combination to do with effectiveness authentic wonderful build.
a beginner's diamond art guide.

julia highlight ombre straight wave lace front wigs invisibleand undetectablepre plucked hairline lace front human hair wigs with baby hair for women 150% density 12 - 24 inch availablefor sale cheap highlight lace wig

Займ онлайн http://rusbankinfo.ru

18 Gennaio 2021

Nanni Loy – Biografia

Data e luogo di nascita: 23 Ottobre 1925, Cagliari
Ha diretto alcuni film ispirati alla guerra: Un giorno da leoni (1961) e soprattutto Le quattro giornate di Napoli (1962) i cui veri protagonisti sono gli abitanti di Napoli e il paesaggio urbano del capoluogo partenopeo sconvolto dalla guerra.


La tragica ed eroica rivolta dei napoletani del 28 settembre 1943 diventa una vera epopea, umanissima e senza retorica. Da notare che il film è stato realizzato nel 1962, in un’epoca lontana dagli eventi, quando in Italia si consumava il boom economico del dopoguerra.
In seguito Loy si occupa di televisione introducendo in italia la candid-camera che usa nella serie Specchio segreto (1965) nella quale compare come attore.
In Detenuto in attesa di giudizio (1971) denuncia le aberrazioni del sistema carcerario e giudiziario italiano, mentre in Sistemo l’America e torno (1973) affronta la problematica del razzismo in USA. Dopo Viaggio in seconda classe (1977), per la televisione, ha realizzato Café Express (1980),
Mi manda Picone (1984), Amici miei atto III (1985), Scugnizzi (1989), Pacco, doppio pacco e contropaccotto (1993).


Da ricordare, tra le sue ultime opere, il film per la televisione A che punto è la notte (1994) e la regia teatrale di Scacco matto.
In campo cinematografico Loy ha diretto film dignitosi tesi a denunciare situazioni sociali difficoltose sempre però con occhio umoristico e affettuoso per la realtà, pur anche disdicevole.
In questo senso il suo approccio è molto simile a quello di Vittorio De Sica.
Grazie alla televisione ha raggiunto una vasta notorietà.

www.mymovies.it

FILMOGRAFIA
– Parola di ladro, co-regia di Gianni Puccini (1957)
– Il marito, co-regia di Gianni Puccini (1958)
– Audace colpo dei soliti ignoti (1959)
– Un giorno da leoni (1961)
– Le quattro giornate di Napoli (1962)
– Made in Italy (1965)
– Il padre di famiglia (1967)
– Rosolino Paternò soldato (1970)
– Detenuto in attesa di giudizio (1971)
– Sistemo l’America e torno (1974)
– Signore e signori, buonanotte (1976)
– Basta che non si sappia in giro (1976), episodio Macchina d’amore
– Quelle strane occasioni (1976), episodio Italian Superman
– Café Express (1980)
– Testa o croce (1982)
– Mi manda Picone (1983)
– Amici miei – Atto III (1985)
– Gioco di società (1989), film TV
– Scugnizzi (1989)
– Pacco, doppio pacco e contropaccotto (1993)
– A che punto è la notte (1994), miniserie TV

123