Biografie Audizioni Contatti
  MITA MEDICI    
 

Nel 1969 il debutto cinematografico con il film "Estate" regia di P. Spinola con E. M. Salerno. Grande.
Il secondo film "Pronto ... c'è una certa Giuliana per te" regia di M. Franciosa. Poi ancora "Colpo di sole", "Come ti chiami amore mio" e "Plagio", sulla realtà dei movimenti universitari degli anni '70.
Per la televisione "Coralba", regia di D. Danza con R. Brazzi.
Nel 1973 interpreta accanto ad A. Lionello "Ciao Rudy", di Garinei e Giovannini.
Nel 1974 il grande successo televisivo con "Canzonissima". Quindi, sepre per la televisione, "Il Barone e il servitore", regia di D. Montemurri con F. Valeri, G. Dettori, Tanzi ed altri.
Sempre per la televisione l'operetta "Al cavallino bianco", regia di V. Molinari, coreografie di G. Landi, con G. Tedeschi, P. Poli, T. Renis ed altri.
Torna al teatro con "Don Giovanni e il Faust", di Grabbe, regia di B. Jercovich della Loggetta di Brescia, con L. Troisi e G. Pistilli.
"La commedia degli errori" con G. Zanetti.
Nel 1978 per la regia di G. Cobelli "Il mercante di Venezia", di Shakspear con L. Vannucchi.
In quell'anno decide di partire per l'America dove rimarrà più di un anno, frequentando prima il "Lee Strasberg Theatre Institute" e poi "L'Actors Studio".
Al ritorno in Italia nel 1980 interpreta Angelica nel "Gattopardo" regia di Enriquetz.
Per la regia di A. Camilleri "Ottocento volte no", novità italiana, con C. Hinterman, S. Rubini, M. Venturiello Successivamente per la regia di T. Russo "Sogno di una notte di mezza estate".
Nel frattempo interpreta per la televisione vari sceneggiati, tra cui "Il Signore di Ballantrae" di Stevenson, regia di A. G. Majano, con Pambieri - Zanetti; "Il progetto Atlantide" regia di G. Serra. Continua ad andare periodicamente a New York per frequentare l'Actor's Studio e vedere nuovi spettacoli, da dove porta un divertente e amaro testo che tradurrà ed adatterà in italiano con il titolo "Chiacchiere", per la regia di F. Però.
La drammaturgia contemporanea la conquista, interpreterà "Ugo", di C. Vistarini, con A. Haber, regia di E. Coltorti; "Fenomeni non ancora classificati", di A. Gavino Sanna, di cui è anche regista; "Il giocattolaio" regia di L. De Fisco; "Quai Ouest" di Koltést, regia di M. Belli. Il tutto inframmezzato dalla televisione.. Conduce il sabato e la domenica di RAI DUE per mesi con il titolo di "Sereno variabile".
Per due anni è la padrona di casa di "Detto tra noi" (oggi "Cronaca in diretta"), se,pre su RAI DUE.
Da più di un anno conduce per il digitale di Telepiù la trasmissione "Dammi un'idea" in cui con un ospite famoso della sua generazione ed un pubblico di ragazzi dai 17 ai 25 anni si cerca un dialogo generazionale fra il serio e il faceto.
Alla fine del 1997, entra nel seriale di RAI TRE, "Un posto al sole" come guest-star, ora ne è una delle protagoniste. Quest'anno al Festival Teatrale della Lombardia era presente con "Il padre" di A. Strindberg, regia di S. Bitonti, che riprenderà a partire dalla fine di Novembre al Teatro Stabile di Torino. Debutta in l'Italia 25 Settembre 1999 al Teatro Piccinni di Bari con la "Fedra" di Ghiannis Ritsos regia di S. Bitonti, già presentato al Festival Internazionale di Teatro di Monastir in Tunisia.
Sceneggiato in due puntate su RAI UNO "Morte di una ragazza perbene" regia di L. Pirelli.

Tra gli anni 1991-93 è stata tra le fondatrici dell'Associazione Culturale "Lo Studio" punto di riferimento tra le diverse realtà del Teatro e del Cinema, in cui si promuovevano incontri tra gli autori, gli attori, i registi ed i produttori.
Organizzando letture di testi inediti nello spazio teatrale del Palazzo delle Esposizioni di Roma, con enorme affluenza di pubblico oltre che di addetti ai lavori.
Nel 2004 spettacolo teatrale su Alda Merini con la regia di Giuseppe Di Pasquale presentato al Festival di Taormina, dal titolo :" Alda,sono nata il il 21 a primavera".
Nel 2005 "Orestea" nella valle dei templi ad Agrigento, nello stesso anno per il cinema gira " E se domani" con Sabrina Impacciatore, le jene Luca e Paolo, per la regia di Giovanni Laparola.
Nel 2006 per canale 5 "Il cilone in famiglia 2" regia di Carlo Vanzina e per il cinema il mediometraggio " Fedra" regia Salvo Bitonti, per il quale vince a Miami il premio per la migliore interpretazione femminile.
Nel 2007 gira " Il ciclone in famiglia 3" Vanzina, interpreta per il teatro Rodolfo Valentino nello spettacolo " Valentino,l'emigrante leggendario" regia di Rina La Gioia e sono appena terminate le riprese del corto " Elena" con Franco Nero regia Bitonti.
Nel 2008 girerà con lo stesso regista " Medea".

 


Musicalstore.it - Viale Cina, 11 00060 Formello (RM) - P.IVA 05093611001
Tutti i diritti sono riservati ©