Biografie Audizioni Contatti

PRIMO ATTO

ANNO 1400 - SICILIA SALONE DEL CASTELLO DEL BARONE DI RAFFADALI.
L'ARREDAMENTO E I VESTITI DELLA SERVITU' SONO VECCHI DI SECOLI. IL BARONE AMA ACCUMULARE I PROPRI SOLDI COME GIA' AVEVANO FATTO GLI AVI E QUANDO E' COSTRTTO A SPENDERE UN CENTESIMO PIANGE DI DISPERAZIONE.

MUSICI
Chisto è l'avaro caso del baroni rafadali di Rafadali!
Rafadali, oggi Raffadali, era un ridente paesino a pochi passi da
Girgenti, oggi Agrigento, i cui abitatori, oggi abitanti, vivevano di agricoltura, di pastorizia e di stenti; oggi di pastorizia, stenti e di agricoltura.
Il barone, che intorno al 1400 s'insediò in un castello, oggi diroccato, è passato alla storia non per la sua avarizia, che pure fu incredibile, non per il suo singolare matrimonio, nè per la cattiveria, ma, e in quanto,
inventore di una pietanza ricca di proteine, economica, di facile preparazione e digeribilità: IL MACCO!

Chista è la storia di cu troppu havi
e chiossà
ancora cchiù tantu nni voli
e va a finiri, 'u sapiti com'è
cu 'na mani davanti e n'atra darrè!

Ca li dinari vannu spinnuti
vannu mangiati, vannu guduti
cu si li teni 'nta li cascialori
dda si li lassa fin'a ca mori

E' chista la storia di Rafadali
sapissivu quantu nni fici di mali
e ci sta beni a stu gran curnutu
ca iva pi futtiri e vinni futtutu!

Chista è la storia di so muglieri
la bella figlia di du' cravunari
ca sappi fari cu granni giudiziu
ed alla fini nn'appi sdilliziu

Chista è la storia di cu troppu havi
e chiossà
ancora cchiù tantu nni voli
e va a finiri, 'u sapiti com'è
cu 'na mani davanti e n'atra darrè!

ENTRA IN SCENA LA SERVITU' PER LE PULIZIE

CORO
Il macco è quella cosa
di generi alimentari
ca mangianu li puvurazzi
pi linchisi li panzazzi;

tu pigli na pignata
'a linchi di favi sicchi
un pocu di cipuddata
e a vuddiri 'na matinata;

Arrimina, arrimina, arrimina
fin'a ca diventa crema
lu scinni, lu fa arrifriddari
dù gucci d'ogliu e lu pò mangiari

E' bonu è bonu è bonu è bonu ma.........

Sempri maccu chi camurria
sulu maccu pi la cumpagnia
chi fussi bellu putiri cangiari
m'atri pitanzi t'ì pò sunnari.

Ah lu maccu chi camurria
sempri maccu pi la cumpagnia
veru maccu di Rafadali
ca linchi, nutri e nun fa mai mali!

Arrimina arrimina arrimina
arrimina arrimina arrimina
arrimina arrimina arrimina
arrimina arrimina arrimina.......

ROSA
(SOGNA) Pollastrina alla crema di latte!:
Prendete una pollastrina grassottella, livatici testa, pedi, zireno, mevoza e mittitila a rosolari dentro un bellissimo tagano, con vino bianco, crema di latti, badda d'ovu, suco di limoni, funghi e quarchi sbiccica di tartufo bianco. Fati cociri per quarchi tre o quattro quarti d'ora e veni fora una pitanza accussì bona, ca vi licchereti li baffi, la varba e la cazzalora!

FIRTICCHIO
Il tutto accompagnato da un bellissimo contorno di.........macco!!!!!

CORO
Sempri maccu chi camurria
sulu maccu pi la cumpagnia
chi fussi bellu putiri cangiari
m'atri pitanzi t'ì pò sunnari.

Ah lu maccu chi camurria
sempri maccu pi la cumpagnia
veru maccu di Rafadali
ca linchi, nutri e nun fa mai mali!

Arrimina arrimina arrimina
arrimina arrimina arrimina.........

MARIA
Aragosta alla diavola!:
Mittiti l'aracosta ancora viva sulla balata coricata sul ventre,
aggarratela per il busto con la mano manca tinennola ferma!
Mpilaticci un cortello ben ammolato nella carina e tagliate l'aracosta
in due pi longo.
Mittitela, anchi si la suddetta non è d'accordo e si addifennirà co cavoci e pidati, a malantrinaria in una tiglia, unni l'aspetta una sarsetta d'acito, piparollo, astratto, saimi, farina, pitrosino, acci e una pizzicata di aricano.
Fati cociri il tutto a foco vivaci pi uno o dui quarti d'ora e sirviti insieme a spicchi di limone.....

FIRTICCHIO
.......ed ad un bel contorno di.......macco!

CORO
Sempri maccu chi camurria
sulu maccu pi la cumpagnia
chi fussi bellu putiri cangiari
m'atri pitanzi t'ì pò sunnari.

Arrimina arrimina arrimina
arrimina arrimina arrimina.........

FILOMENA
Cosci di cervo con passoloni!:
Pigliati un cerbo ben pasciuto, tinitilu forti pi li corna e scosciatelo.
Li cosci,che saranno tri o quattro, pinitratili con uno spontoni e mittitili ad arrostiri a foco lento.
Quanno si saranno belli e arrostuti, metteteli in una pignata dove si troveranno oglio, passoloni, piparollo e vino rosso. arriminati con cura e servite il tutto con un bellissimo contorno di...........

FIRTICCHO
.........macco!

CORO
Ah lu maccu chi camurria
sempri maccu pi la cumpagnia
chi fussi bellu putiri cangiari
m'atri pitanzi t'ì pò sunnari

Ah lu maccu chi camurria
sempri maccu pi la cumpagnia
veru maccu di Rafadali
ca linchi, nutri e nun fa mai mali!

Arrimina arrimina arrimina
arrimina arrimina arrimina
arrimina arrimina arrimina
arrimina arrimina arrimina.........







Nota: Le foto presenti su MusicalStore.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail webmaster@musicalstore.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.