Biografie Audizioni Contatti



PRIMO ATTO


MUSICA.
ALL'APERTURA DEL SIPARIO, IN UNA AMBIENTAZIONE SENZA TEMPO E SENZA LUOGO, CENERENTOLA E IL PRINCIPE AZZURRO STANNO DANZANDO UN VALZER, ILLUMINATI SOLAMENTE DA UN "SEGUIPERSONE".
COI RINTOCCHI DI MEZZANOTTE CENERENTOLA ABBANDONA IL PRINCIPE E FUGGE.
IL PRINCIPE, AL MASSIMO DELL'ESTASI, NON SI ACCORGE DI NIENTE E CONTINUA A BALLARE DA SOLO. ALLA FINE DEL VALZER, QUANDO IL PRINCIPE SI RENDE CONTO DI ESSERE RIMASTO SOLO, CENERENTOLA E' GIÀ LONTANA. IL PRINCIPE NEL TENTATIVO DI INSEGUIRLA, INCIAMPA SULLA SCARPETTA DI CRISTALLO CHE LA FANCIULLA, FUGGENDO, HA SMARRITO, QUINDI LA RACCOGLIE DOLCEMENTE E SE LA STRINGE AL PETTO, POI SPARISCE MENTRE IN PROSCENIO APPARE IL CORO.

PIAZZA DI PAESE. (Anno 1600)


CORO

La storia che vogliamo cantar
vi sorprenderà
narra di Cenerentola e di sua sorella
Genoveffa la racchia.
Di come questa si comportò
e visse in verità
cosa che giunse ai posteri
piena di inutili scempi e false realtà.
Arturo il Principe s'innamorò
e da quel dì non sa
quale fanciulla ha danzato con lui
e per tutto quanto il regno la cercherà.


UN MESSO LEGGE IL PROCLAMA REALE. I CORISTI MAN MANO SI RADUNANO INTORNO A LUI. LA MUSICA VA IN SOTTOFONDO.

MESSO

Popolo di disgraziati,

CORO
Oooh!

MESSO
Popolo di scalcagnati!

CORO
Aaah!

MESSO
Alla festa che il nostro principe Arturo, soprannominato Azzurro, ha tenuto nottetempo a tarda ora
nella magione del castello, ala destra, stanza adibita
a danza e gozzoviglio, una fanciulla misteriosa
con maschera blu, che il principe ci si era appoggiato al seno, provando inenarrabile goduria, è sparita ai dodici rintocchi, smarrendo, scala facendo, la scarpina di vetro che il principe non si da pace.
Ora, stante che il Principe, soprannominato Azzurro, ci ha perso la testa, il medesimo, mediante prova di piede opportunamente lavato e strigliato, vorrebbe ritrovare la medesima ed impalmarla di matrimonio regale.
Si fa pertanto presente a tutte le fanciulle di cotesto paese, che è anche un rispettabile regno,
di voler indossare la suddetta scarpa che gli sarà recapitata direttamente a casa propria da valletti reali opportunamente autorizzati alla pedestre operazione.
Chi, di sesso femminile e affini, riuscirà ad introdurre
il proprio piede nella suddetta scarpa, verrà essa stessa impalmata dal Principe e regnerà vita natural durante
finché morte non ci separi.

APPLAUSO DEI PAESANI.

(IL PIEDE GIUSTO)


CORO
Fatevi sotto giovani donzelle,
serve, padrone, cortigiane e ancelle,
magre, ciccione, spilungone e nane,
donne virtuose e perché no puttane.

Quello che conta come dice il bando
è di calzare la scarpa fino in fondo,
unico presupposto si richede...
che sia pulito ed odoroso il piede.


UN CORISTA (facendo il verso al messo)
"......il medesimo mediante prova di piede, opportunamente lavato e strigliato, vorrebbe ritrovare la medesima e impalmarla di matrimonio regale....."

CORO
Il principe ha deciso finalmente
di prender moglie fra la nostra gente,
la vuole bella, dolce e saporita
che regni insieme a lui tutta la vita.

Il principe ha deciso finalmente
di prender moglie fra la nostra gente,
la vuole bella, dolce e saporita
che regni insieme a lui tutta la vita.


PRIMA CORISTA
E' mio!
Il piede giusto è quello mio!
Quella che cerca il principe son' io!


SECONDA CORISTA
E' mio!
Il piede giusto è quello mio!
Quella che cerca il principe son' io!


CORO
Fatevi sotto giovani donzelle,
serve, padrone, cortigiane e ancelle,
magre, ciccione, spilungone e nane,
donne virtuose e perché no puttane.


Quello che conta come dice il bando
è di calzare la scarpa fino in fondo,
unico presupposto si richede...
che sia pulito ed odoroso il piede.


UN CORISTA

(facendo il verso al messo) ".....una fanciulla misteriosa, con maschera blu, che il principe ci si era appoggiato al seno, provando inenarrabile goduria....."


CORO DONNE
Io di quest'attributo, non per vanto,
fateci caso, ne possiedo tanto.
E' tutto naturale, roba buona
sicuramente degna di corona!


CORO
Il principe ha deciso finalmente
di prender moglie tra la nostra gente
la vuole bella, dolce e saporita
che regni insieme a lui tutta la vita.


PRIMA CORISTA
E' mio,
il seno giusto è quello mio,
quella che cerca il principe son'io!


SECONDA CORISTA

E' mio,
il seno giusto è quello mio,
quella che cerca il principe son'io!


CORO
Fatevi sotto giovani donzelle,
serve, padrone, cortigiane e ancelle,
magre, ciccione, spilungone e nane,
donne virtuose e perché no puttane.

Quello che conta come dice il bando
è di calzare la scarpa fino in fondo,
unico presupposto dichiarato...
unico presupposto del regnante...
unico presupposto si richiede...
che sia pulito ed odoroso il piede!




SONO IN VENDITA LE BASI MUSICALI DI:

Caino e Abele


Storie
di Periferia

Baronessa
di Carini

L'Altra Cenerentola



Nota: Le foto presenti su MusicalStore.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail webmaster@musicalstore.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.